A cosa serve il lavaggio ad ultrasuoni

APPLICAZIONI

Il lavaggio ad ultrasuoni ricopre un ruolo sempre più attivo in molteplici settori applicativi, dal medicale alla moderna industria. I metodi e le macchine tradizionali di lavaggio a spruzzo, a vapore, con acidi o prodotti abrasivi possono essere aiutate dall’utilizzo delle onde ultrasonore che garantiscono una pulizia uniforme di tutta la superficie, con una profonda penetrazione nelle parti e nei fori irraggiungibili delle sagome dei particolari da trattare.

VASCA AD ULTRASUONI

La vasca di lavaggio a ultrasuoni è impiegata con risultati eccellenti in laboratori industriali, laboratori chimici, laboratori medici, ottici, orafi, elettronica ed elettrotecnica, officine di lavorazione di particolari meccanici ad alta precisione, reparti di manutenzione, rimessaggio, officine di produzione.

Il lavaggio delle rettifiche motori e la manutenzione degli stampi industriali sono operazioni complesse che le vasche ad ultrasuoni risolvono con economia, precisione e grande affidabilità nei risultati di pulizia e sgrassaggio uniforme e al tempo stesso profondo su tutte le superfici metalliche interne ed esterne.

PRINCIPIO DI LAVAGGIO AD ULTRASUONI

Il metodo di pulitura ad ultrasuoni consiste essenzialmente nella formazione, nella soluzione di lavaggio, di onde di pressione alternativamente alte e basse che ad una determinata frequenza detta risonanza danno origine a cavitazione, vale a dire alla formazione di milioni di bollicine microscopiche che implodono in prossimità dell’oggetto, rimovendone le impurità anche in zone difficilmente raggiungibili.

Per questo motivo il lavaggio ad ultrasuoni è particolarmente indicato per il lavaggio di oggetti dalla geometria complessa, la cui pulitura a fondorisulterebbe altrimenti problematica.

Quando usare gli ultrasuoni